Conclusa la giornata di vaccinazione in alcune parrocchie della Diocesi

0
159 views

di Francesco Inguanti

“Un’esperienza certamente nuova che speriamo di non dover più ripetere; comunque positiva”. Questo il commento dei sacerdoti della diocesi di Monreale nelle cui parrocchie oggi si sono svolte le operazioni per l’inoculazione del vaccino contro il Covid 19.

Una ventina le parrocchie coinvolte, molte delle quali in piccoli comuni della zona montana. Proprio in questi paesi è stato maggiore l’indice di gradimento; infatti si è evitato a tutti gli interessati di doversi trasferire in luoghi attrezzarti più o meno vicini, evitando i disagi che altre persone nei giorni precedenti hanno dovuto sopportare.

Positivo anche il commento dell’Arcivescovo mons. Michele Pennisi. “Questo segmento di campagna vaccinale svolto nelle parrocchie – ha detto – è un bel segno di vicinanza alla gente, che ha gradito tanto. La Chiesa siciliana e quelle monrealese hanno dimostrato anche in questa circostanza quanto sia importante una fattiva collaborazione con le Istituzioni locali, soprattutto di fronte alle grandi difficoltà che stiamo attraversando a causa della pandemia”.

Qualche punta di disorganizzazione è emersa qua e là, ma a causa delle brevità del tempo e la novità del servizio era in qualche modo da mettere in conto. Le foto giunte in redazione mostrano gli operatori sanitari che prestano il proprio operato in oratori e sale teatro. In alcuni casi anche tra confessionali, inginocchiatoi e banchi, aventi come scenari altari, candelabri e dipinti.

“Queste foto – ha commentato mons. Pennisi – dimostrano ove fosse necessario che le nostre chiese rendono un servizio a tutta la popolazione ogni volta che le circostanze lo richiedono. Ed anche in tempo di pandemia sono state e sono luoghi accoglienti e in grado di far fronte alle emergenze. Si pensi al servizio di distribuzione degli alimenti che continuano a rendere. Ci auguriamo che la campagna di vaccinazione partita in tutto il Paese non richieda un altro nostro contributo, che comunque possiamo garantire, ove ci venisse richiesto”.

 

 

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here